Book Cover: Fortunato Depero e il Grande Melo

Fiaba scritta in collaborazione con le bambine, i bambini e le maestre della Scuola dell'Infanzia di Vigo di Ton in occasione dell'intitolazione della scuola a Fortunato Depero. Non in commercio.

Excerpt:

Fiaba scritta in collaborazione con le bambine, i bambini e le maestre della Scuola dell'Infanzia di Vigo di Ton in occasione dell'intitolazione della scuola a Fortunato Depero. Non in commercio.

Recuperare il senso delle proprie origini ed essere orgogliosi dell’identità più profonda del proprio paese sono alcuni dei segni distintivi più pregnanti della nostra Autunomia. Ecco perché l’intitolazione della Scuola dell’infanzia di Vigo di Ton a un illustre personaggio come Fortunato Depero, i cui genitori hanno avuto per culla il campanile e le case cresciuti all’ombra di castel Thun, è il riconoscimento di un legame che si fa forte di quell’identità su cui si fonda la natura stessa del Trentino come popolo.

APPROFONDISCI

Il fatto, poi, che partendo dalla vita e dalle opere del grande artista futurista trentino, le maestre abbiano proposto ai loro bambini un percorso fatto di ricerche, di fiabe, di colori, di visite di istruzione, di confronti e di creatività, ci racconta di una Scuola dell’infanzia che sa leggere il presente, sa indagare sul passato, ma sa anche costruire col sorriso una storia di amicizia.

Ho ben presente il giorno in cui le bambine e i bambini di Vigo di Ton, accompagnati dalle loro maestre, sono scesi a Trento per far visita alla Sala del Consiglio provinciale. Nel breve incontro che ho avuto con loro ho potuto apprezzare l’attenzione con cui i piccoli “ricercatori” sono entrati nell’immensa Sala che costituisce lo scrigno dell’invenzione geniale e poliedrica dell’artista Depero, per andare alla ricerca degli animali reali e fantastici ivi dipinti o realizzati negli splendidi arazzi oppure ancora intagliati nelle tarsie in legno.

Oggi, invece, scorrendo le pagine di questo libretto in cui è raccolto il frutto del loro lungo e intenso lavoro, posso finalmente toccare con mano il divertimento sano e allegro con cui si sono lanciati nel loro mondo di fantasia, mettendo in azione la loro creatività per inventare qualcosa d’altro, qualcosa di nuovo e di bello che i piccoli artisti e i piccoli scrittori di Vigo di Ton regalano a noi adulti: non solo un nome alla loro Scuola, ma anche la dimostrazione che imparare divertendosi è la scommessa in cui è impegnato tutto il mondo trentino delle Scuole dell’infanzia, una sfida che noi abbiamo lanciato e che seguiamo con attenzione e trepidazione. Nasce qui infatti, nasce da questi progetti realizzati per e dai bambini il Trentino adulto di domani, che dovrà continuare a essere orgoglioso delle proprie identità, dei propri grandi personaggi, delle proprie storie, dei propri paesi.

Ecco perché il mio grazie sincero e convinto va innanzitutto ai giovanissimi protagonisti di questo lavoro e alle loro maestre, per indirizzarsi poi alle famiglie e a quanti – artisti, scrittori, enti e istituzioni locali – a diverso titolo e in diverso modo hanno affiancato e sostenuto questo progetto.

Ugo Rossi
Presidente della Provincia autonoma di Trento

COMPATTA